"/> 
X

Chiusura festivitá

Gentili Clienti, vi informiamo che i nostri uffici rimarranno chiusi il 24 e 31 dicembre.

Cogliamo l'occasione per augurarvi Buone Feste e un Felice anno nuovo

Sostenibilità

Sostenibilità

La sostenibilità è motore di innovazione. E’ uno stimolo a progredire, dalla progettazione e produzione di prodotti e servizi, allo sviluppo di nuovi modelli di business. Generando valore per i clienti.

 

Un interessante studio della società di consulenza McKinsey evidenzia come la sostenibilità rappresenti il valore competitivo di un’organizzazione vincente. L’analisi pubblicata ha come obiettivo quello di indirizzare le aziende operanti nei diversi settori industriali e di servizi verso aree di opportunità aventi maggiore probabilità di successo/sviluppo/crescita. Si dimostra, ad esempio, che le aziende di retail possono ridurre i costi attraverso una rivisitazione della propria catena del valore in chiave di sostenibilità e come le aziende operanti nel settore energetico possano avere più opportunità delle concorrenti se creano valore nell’ambito dell’innovazione di prodotto grazie a investimenti e alla commercializzazione ad esempio delle smart grids (tecnologia per una energia green).

 

Le aree dove vengono ricondotte maggiori opportunità di business, nell’era della sostenibilità, vengono sinteticamente individuate da questa ricerca in tre macroaree:

a) la gestione del rischio,

b) lo sviluppo aziendale,

c) la redditività del capitale investito.

 

Ogni area a sua volta si articola su tre linee d’azione ciascuna delle quali contribuisce alla creazione del valore di sostenibilità aziendale.

 

a) Per la gestione del rischio (risk management):

- attività di conformità alle norme (regulatory management)
- attività di reputazione (reputation management)
- gestione del rischio nelle attività correnti (operational risk management)

Per quanto attiene a questa macroarea, McKinsey suggerisce azioni quali i) la mitigazione del rischio e il cogliere le opportunità attraverso lo studio della normativa e i relativi processi di conformità; ii) la riduzione e la gestione del rischio reputazionale migliorando il posizionamento.

 

b) Per lo sviluppo aziendale (growth):

- innovazione (composition of business portfolio)

- nuovi mercati (new markets)

- diversificazione produttiva (innovation and new products).

 

Per quanto attiene a questa macroarea Mc Kinsey invece suggerisce azioni quali i) assunzione di decisioni relative agli investimenti da fare che tengano conto della sostenibilità , ii) sviluppo di prodotti tecnologici sostenibili che possano rispondere ai bisogni delle aziende e dei consumatori , mmm) mappatura delle opportunità dei nuovi mercati e formulazione delle necessarie strategie al fine di sviluppare una migliore conoscenza della sostenibilità .

 

c) per la redditività sul capitale (ROE):

- green marketing e vendite in ambito ambientale (green sales and marketing)
- la catena del valore declinata in un’ottica di sostenibilità (sustainable value chain)
- attività di sviluppo di progetti di sostenibilità (sustainable operations).

 

Anche per questa macroarea lo studio di McKinsey suggerisce diverse azioni quali i) aumentare le quote di mercato e il valore dell’offerta attraverso politiche di marketing mirate all’accrescimento del valore percepito grazie ai principi della sostenibilità, ii) accrescere le risorse gestionali, ridurre gli impatti ambientali attraverso la catena del valore riducendo i costi e aumentando il valore del prodotto, iii) ridurre i costi operativi attraverso la miglior gestione delle risorse interne come, ad esempio, il coinvolgimento dei dipendenti e l’efficientamento dei consumi energetici.

 

La survay sopra illustrata ci suggerisce di interpretare la sostenibilità in un’ottica di Corporate Strategy indicando un’azienda di successo come quel soggetto che deve considerare le macroaree sopra descritte come strumenti su cui puntare la propria mission. Per quanto concerne la gestione del rischio essa comprende strategie di sostenibilità che permettono il contenimento del rischio d’impresa attraverso strategie volte all’innovazione dei processi di governance; mentre per quanto riguarda lo sviluppo aziendale include l’implementazione di nuove opportunità di mercato attraverso il paradigma della sostenibilità. Infine si può sostenere che il ritorno sul capitale comprenda i processi e le azioni necessarie a sviluppare la sostenibilità lungo tutta la catena del valore.